Home >> R&D >> CHESS

CHESS

 

Composizione con garanzia per l’integrazione di componenti software con caratteristiche di elevate integrità

Programma di Finanziamento

ARTEMIS Join Undertaking / Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - ARTEMIS-2008-1

Coordinatore

INTECS

Partners

Italcertifer (I),Thales Alenia Space (F), Thales Communications (F), ATEGO (ex Aonix ) (F), GMV (E), Atos Origin (E), Aicas (D), X/Open Company Limited- The Open Group (UK), Ericsson (SW), Enea (SW), CNR/ISTI (I), INRIA (F), Fraunhofer ESK (D), Forschungszentrum Informatik FZI (D), University of Padua (I), Universitad Politecnica de Madrid (E), Maelardalen University (SW), University of Florence (I) (subcontractor of ISTI/CNR).

Data di inizio

Febbraio 2009

Durata

36 mesi

Descrizione

CHESS indaga soluzioni di ricerca industrialmente mature per risolvere i problemi di preservazione delle proprietà dei componenti nel loro assemblaggio per sistemi real-time e dependable.

Lo sviluppo di embedded real-time dei sistemi tende sempre di più verso l'adozione di approcci “Component-Based” e “Model-Driven”. La combinazione di questi due approcci promette una migliore padronanza della complessità, maggiore riutilizzo e una più facile manutenzione, riducendo così i costi e i rischi di sviluppo e di rilascio. Allo stesso tempo ciò introduce sfide particolari relativamente allo lo sviluppo di software per sistemi ad alta integrità.

In particolare:

  • sviluppare componenti che possono essere certificate o qualificate individualmente per garantire in modo dimostrabile il livello di qualità richiesto;

  • conservare tali garanzie durante l’integrazione delle componenti software sulla piattaforma di esecuzione.

Gli ambienti di esecuzione “Component-Based” ed i relativi strumenti di supporto allo sviluppo del software (linguaggi di modellazione, motori di trasformazione di modelli, generatori di codice) tengono conto della dimensione funzionale dei componenti, ma non affrontano in modo adeguato le loro caratteristiche non funzionali. Lo sviluppo non deve solo prendere in considerazione il comportamento funzionale e la struttura interna dei componenti, ma anche i loro requisiti non funzionali (ad esempio tempi e cicli di esecuzione, precisione dei dati in ingresso e uscita, robustezza). Tali requisiti non funzionali dovrebbero essere:

  • mappati sul modello architetturale; • catturati mediante l'espressione di proprietà extra-funzionali collegate ai componenti;

  • e poi conservate in fase di esecuzione.

CHESS supporta la descrizione, verifica e preservazione di proprietà extra-funzionali a partire dal livello astratto del modello dei componenti fino al livello dell’implementazione ed esecuzione.

CHESS sviluppa soluzioni guidate da modelli, le integra in strutture di esecuzione basate su componenti, valuta la loro applicabilità e verifica la loro prestazione attraverso l’elaborazione di casi d’uso industriali, rappresentativi dalla prospettiva dei domini applicativi delle telecomunicazioni, spazio, ferrovie e automobili.

Collegamenti